giovedì 5 settembre 2013

24

Siamo quasi a quota ventiquattro.
Ventiquattro anni.
Tanti di questi anni sono stati vissuti nella farsa, creata da me per fronteggiare il mio essere, le mie scelte, il mio carattere. Pensare a ciò mi fa male, troppo male.
Tuttavia, c'è una nota positiva. Mi sento più maturo rispetto all'io dell'anno scorso.
Ho fatto dei piccoli progressi, ma, soprattutto, ho rischiato, combinando anche degli sbagli.
Probabilmente, crescere significa anche essere un po' incoscienti.

Amleto