giovedì 29 marzo 2012

Che stress...


Ebbene il momento è arrivato, C è curiosa, mi tempesta di sms e mi ha pure chiamato. Io ho resistito, le ho detto che deve aspettare, le dirò tutto di persona… Negli sms mi ha chiesto:
Ma è una cosa bella?
Cambi casa?
Hai trovato lavoro?
Comprato una macchina?
Hai trovato una tipa? (Non commento che è meglio)
Parti per l’estero?
Tua sorella è incinta?
Dunque nel fine settimana questo benedetto coming out avverrà!
Se voleste farmi “in bocca al lupo”, io ve ne sarei grato ^_^

Venerdì mattina squilla il telefono, rispondo ed è l’università, oddio il panico, è successo qualche imprevisto riguardo la procedura della domanda di laurea. Invece un’impiegata della biblioteca di Filologia... (non mi ricordo il nome completo!) mi dice che ho dimenticato il mio documento d’identità lì. Io decido di riprenderlo lunedì mattina, dato che mi devo già recare a Milano. Peccato che lunedì quando io arrivo in biblioteca e spiego l'accaduto le impiegate mi urlano addosso, affermano che io mi sia inventato tutto (ma vi pare!?), mi hanno fatto girare tre biblioteche universitarie, ma in nessuna di esse vi è il mio documento.
Alla fine decido di fare la denuncia, sono andato dai carabinieri, aspetto nella sala d’attesa. Arriva il mio turno, loro ribadiscono che devo fare prima la procedura per la nuova carta, in questo modo io posso riferire a loro il codice del documento. Allora mi dico: “Faccio tutto mercoledì, così ho la barba fatta…” Peccato che ieri, il giorno prima della foto, mi è uscita un’imperfezione sul viso, ma vi rendete conto come un adolescente, io che ultimamente ho una pelle pulita… Poteva essere l’occasione di avere una foto decente… In sostanza, nella foto sembro un mostro, per non parlare delle occhiaie, le ho sempre avute, ma ultimamente sono peggiori, causa antistaminico. Infine ho pure gli occhi rossi, sembro un tossico…
Che nervoso è orribile quella foto, farà cagare anche la carta d’identità… Poi pensare che ci possa essere qualcuno che stia utilizzando il mio vecchio documento mi manda a male, oddio magari ha cambiato la foto… Non ci voglio pensare…
So soltanto che è un bene che io abbia scoperto tutto ora, almeno avrò un documento per la laurea…
Scusate lo sfogo ma il nervoso è a mille… Quella foto non mi rende giustizia…
La tesi ormai è quasi finita, devo solo rileggerla e mettere tutto in pdf. Lunedì la mando in stampa! Ancora devo comprare la camicia, le scarpe, farmi il discorso e dichiarami a C… Tante cose, che stress
Vi saluto e buona notte


lunedì 26 marzo 2012

T'immagini...

Sono la persona più sfigata di questo mondo! Ormai ne sono certo!
Ora capirete perché…

Ieri sera verso le 19:45 vado a mangiare fuori, con la scusa dico tutto a C.
Esco di casa e mi sento stranissimo, sono molto agitato, penso che così agitato non ero neanche all’esame di Maturità, ma all’esame di guida della patente sì! Entro in macchina e le gambe tremano, faccio fatica a tenere schiacciata la frizione… Tutto il tragitto avviene così, io intanto mi tranquillizzo ascoltando "T’immagini" di Vasco Rossi…
Arrivo alla rotatoria davanti alla Rotonda (sarebbe l’Autogrill), l’ansia sale con un magone, ma mi sento pronto… Parcheggio e mi trovo C con altre quattro persone, sorrido fintamente e mi dico “Ma 'sta minchiona doveva portare anche 'sti qua e ora che faccio! Ma rimango tranquillo, ce la posso fare”…
Ci salutiamo, entriamo, ci serviamo (il “Ciao” è un self-service) e ci sediamo. Io inizio a conversare con C facendo domande stupide… Per semplificare faccio un dialogo:
Io (Amleto): Buon appetito
C: Buon appetito
Io: C ma da quanti anni ci conosciamo? (Domanda cretina, lo so!)
C: Boh!
Io: Come boh?
C: Non è che mi metto a fare i conti
Io: Sono tanti anni, sembra una vita!
C: Posso dirti una cosa? Me ne sono accorta ultimamente!
Io: Dimmi! (Oddio lei ha capito tutto, io sono talmente rincoglionito, credevo persino che me lo chiedesse lei, mi sono pure dimenticato degli altri presenti, quindi non poteva essere vero!)
C: Come mai l’addetta del “Ciao” ti da sempre le porzioni più grandi?
Io: Come? Ma vuoi la mia pasta? (Ma che domanda mi ha fatto? La vorrei picchiare, mettermi ad urlare e fare una scenata! Questa poi pensa al cibo e io sto per morire…)
C: No, che c’entra! Ma ti senti bene hai una faccia?
Io: Mi sento bene! Forse è l’allergia e l’antistaminico!
C: Quella roba li è forte di brutto!
… La serata trascorre…
Alla fine, la tensione lascia spazio all’amarezza, niente è avvenuto, guardo l’orologio e alle 10:45 decido di andare via, allora con la scusa dell’allergia me ne vado!
Forse sono stato maleducato. Che dite!? Effettivamente non mi sentivo bene!

Stamattina ci siamo sentiti tramite sms: (gli sms sono proprio così, li sto copiando)
Io: Scusami ma ieri non mi sentivo bene! Baci e buon lavoro
C: Ma figurati, si vedeva non che stavi bene! Kiss
Io: Ieri sera volevo dirti una cosa!
C: Oddio cosa?
Io: Niente di grave! Bacio
C: Dai dimmelo…
Io: Te lo devo dire di persona! Baci
C: E dai dimmeloooo….

Mamma mia, ora che faccio, questa magari pensa qualcosa di brutto!
Ma non glielo posso dire al telefono!?
No, va beh devo dire tutto di persona…
Scusate se lo scrivo solo ora, ma ieri non ne avevo la forza…

Ho scoperto di aver perso la carta d’identità… Vi racconterò tutto, sembra una barzelletta… Ma alla prossima…




Fantasie, fantasie che volano libere
fantasie che a volte fan ridere
fantasie che credono alle favole...
T'IMMAGINI
la fregatura che han preso
quelli che son partiti
tutti di corsa, tutti quanti per il Messico...
T'IMMAGINI
se fosse sempre domenica
tu fossi sempre libera
e se tua madre fosse meno nevrotica!!!
Fantasie, fantasie che volano libere
fantasie che a volte fan ridere
fantasie che credono alle favole...
....favole, favole...
Fantasie, fantasie che volano libere
fantasie che a volte fan ridere
fantasie che credono alle favole...
...favole, favole,
favole......FA! FA! FAVOLE!!!!!


Ho deciso, questa meravigliosa canzone sarà la colonna sonora di questo mio comming out… Mette un’allegria e una speranza…
Vi saluto e buona serata

venerdì 23 marzo 2012

Paranoie a volontà

Da due notti non riesco a dormire bene, è strano sto anche assumendo l’antistaminico, dunque dovrebbe essere l’opposto…
Sono qui nella mia camera che scrivo a voi. Tutto è al posto giusto, pulito ed ordinato, invece io sono agitatissimo ed eccitatissimo, è un sensazione strana, ma mi sento così! Dovrei fare altro, eppure la mia testa non vuole collaborare, credo che il cervello spesso sia irrazionale, non vuole che io finisca i miei lavori…
Ieri sera mi sono sentito tramite sms con C.
Questo fine settimana le devo dire tutto!
Ho paura!
Se non la dovesse prendere bene, che cosa faccio!?
Se non volesse venire il giorno della mia laurea, che cosa faccio!?
Se un’altra persona a me cara si dovesse allontanare io non potrei sopportarlo, non più…
Potrei aspettare, ma il peso che mi sento è incredibile, devo dire tutto…
Forse sono io che mi faccio troppi problemi, è sempre stato così, anche nelle cose più belle io ho costantemente previsto il peggio, il classico imprevisto ecc.
Ma perché sono così!?
Perché mi faccio ‘ste paranoie!?
Non potrei semplicemente dire tutto e poi affrontare con calma il resto! No, io devo complicare tutto, ormai sono fatto così… Sono masochista, mi faccio del male, almeno provassi piacere nello star male…
Questa dichiarazione è una prova di maturità, essere sinceri agli altri è anche necessario per la mia salute, ho paura che mi venga un infarto… A volte mi sento il cuore battere forte, direi fortissimo, come se fosse un tamburo…
Dovrei fregarmene degli altri, essere egoista e mandare tutti a cagare; ma purtroppo non sono così, penso più agli altri e alla loro felicità che a me stesso.
Poi l’agitazione è dovuta un po’ alla situazione della tesi, vengo scoraggiato continuamente… Che palle tutti mi dicono: “Cosa te ne frega è una laurea triennale, basta che fai un trentina di pagine e sei a posto”…
Ma che vuol dire!?
Da quando essere una persona che si impegna è ridicola!? Poi perché sminuire questo passo importante per me… Certe persone non le capisco proprio!
Vi aggiorno e se voi voleste: incrociate le dite per me
Buona serata (io lavoro!!!) e buon fine settimana

Oggi ho ascoltato questa canzone tantissime volte... Adoro questi tre ragazzini!



giovedì 22 marzo 2012

Due mesi

Sono passati due mesi, ovvero 60 giorni, dalla creazione del mio blog, era una fredda domenica, esattamente il 22 gennaio.
Molto è cambiato in questo periodo, ho fatto coming out con due persone per me importanti, ho finito la tesi e ho deciso di rivelarmi alla mia famiglia. Ma vi è una cosa più importante, in quest’avventura ho incontrato persone che mi hanno aiutato, anche con un semplice commento o uno smile, ovvero voi lettori.
Dunque grazie, davvero, mi fa piacere che ci siano persone che si degnino di lasciarmi un consiglio o un semplice augurio! Per me è importante, capire i vostri punti di vista, i vostri rimproveri e soprattutto la vostra presenza!
Se oggi sto bene è anche grazie a voi! Questo è poco ma sicuro!

Dunque ho pensato che in questo post potrei raccontare alcune delle mie caratteristiche, in questo modo potrete capire meglio come io sia… Ciò mi è venuto in mente dal post di un blog che seguo, spero che lui non mi consideri un copione.

Allora…
Il mio vero nome non è Amleto, non ve lo scrivo, ma sappiate che è straniero! Va beh si tratta di un nome originale, mica uno banale...
Sono nato in Lombardia, ma i miei genitori sono siciliani.
Sono logorroico, svampito, buono e fesso, spesso parlo da solo… Sono geloso delle mie cose, a volte dico di non possederle pur di non prestarle! Lo so risulterò stronzo, ma è più forte di me.
Mi piace salutare chi conosco, adoro augurare tutto, dal buon giorno alla buona sera, a chiunque, senza fare distinzioni. Ritengo che la cordialità e la gentilezza siano importanti, soprattutto in un mondo di musoni, come quello attuale. Difatti lo faccio sempre nei commenti di blogger! Patetico!?
Odio la maleducazione, l’arroganza e le ingiustizie.
Sono un po’ timido, introverso, permaloso ma anche modesto…
Sono castano e ho gli occhi color ambra, nonostante la mia famiglia sia chiara. Uffi, neanche gli occhi chiari, mondo infame… Porto gli occhiali da vista.
Mangio tanto, ma se le persone me lo dovessero far notare mi arrabbio e mi vergogno.
Adoro la musica di una volta, sono un po’ tardone. Non si era capito!?
Canto mentre guido solo, però sono stonato. Per questo motivo quando do la precedenza nelle rotatorie la gente mi guarda male, come se fossi pazzo. Invece quando guido in autostrada metto la chiusura centralizzata delle portiere, ho paura che si apra la portiera e io possa venir decapitato dal guard rail.
Non riesco a resistere al profumo del pane appena cotto, dei soffritti, della carta dei libri e all’odore della benzina!
Rido tantissimo, ma spesso non capisco le battute…
Dormo a pancia in giù, abbracciando il cuscino, che è messo in verticale.

Alcune cose per voi saranno bizzarre, ma sono fatto così!

Un grosso abbraccio lo invio a G, ci siamo sentiti ieri sera e non stava bene per niente. Anche a lei sono successe delle cose non belle, poi il fatto che sia lontana da casa non facilita il tutto. G ti voglio bene e quando mi laureo ti vengo a trovare… Se non fosse per la laurea sarei già venuto!
Dobbiamo trovare ‘sta pace e che cavolo, ce la meritiamo, non possiamo essere sempre così sfigati…

Vi saluto e data l’ora vi auguro buona notte


lunedì 19 marzo 2012

Belle notizie...

Sono appena arrivato da Milano, sono stato dalla mia relatrice!
Secondo lei la tesi è ben fatta! Abbiamo parlato, mi ha detto come mi devo comportare il grande giorno, poi si è dimostrata molto carina e disponibile, mi ha detto alcune frasi che mi hanno fatto piacere, farà una bella presentazione su di me davanti alla commissione…
Che figata, sono ‘stra felice…

In questi giorni è cominciata la ricerca del vestito, risultato: mia madre non mi accompagnerà più!
Lei fa la saccente, la Coco Chanel della situazione, mi urta e io vorrei strozzarla…
Uffi, non riesco a trovare nulla, poi quello che mi piace non è della mia taglia… E’ impossibile che io debba faticare per trovare il vestito che mi stia bene! Ma che sfiga...
Solo blu, ormai è il colore della stagione, oppure ci sono quei pantaloni larghi, io invece vorrei dei pantaloni a sigaretta, ritengo che siano eleganti e che mi stiano bene (i miei sono quasi tutti a sigaretta)!
Alla fine mi deprimo, riguardo il mio corpo ho un’autostima piuttosto alta, ma in questi momenti mi sento una merdina…
Ma non sapete cosa mi è successo sabato!
Ero in bagno, c’era anche la mia cagnolina, mi fissavo allo specchio e ho notato un qualcosa sui miei capelli, ho tentato di toglierlo, la conferma: è un capello bianco! Oddio il panico, mi sono messo a dire cose senza senso alla mia cagnetta, mi è venuto in mente Gorge Clooney, forse perché lui ha tutti i capelli brizzolati, soltanto che è un po’ più grande… Oddio questo mi ha sconvolto… Alla tenera età di ventidue anni ho già questo problema! Non l’ho tolto, perché si dice che se ne togli uno ne spuntano tre.

Oggi ho iniziato a leggere un libro scritto da Francesco Alberoni, si intitola “L’erotismo”, tratta dell’erotismo e dell’innamoramento, analizzando le caratteristiche e le differenze di genere. Sembra carino, l’ho comprato al Libraccio, costava tre euro e allora..., come dare importanza e peso alla cultura.

In settimana ci saranno grandi eventi per me! Dunque vi aggiornerò…
Sono felice, mi sento calmo, ciò non accadeva da tempo! Vorrei che questa calma sia senza fine…



Colgo l’occasione per fare gli auguri a tutti i papà, anche se non credo che ci siano dei padri che leggano questo blog, ma un augurio speciale è per mio padre.
Lui è un uomo paziente, meraviglioso che mi sopporta. Non è facile per lui, io non sono un figlio modello!
Spesso mi chiedo come io possa essere suo figlio, mi sento sempre in difetto davanti a suoi occhi, lui non pensa queste cose, ma le penso io… 
Vi saluto e buona serata

mercoledì 14 marzo 2012

Odiare sé stessi

Ritengo di essere sfigato, stamattina come al solito sono in ritardo, prendo il treno, arrivo a Milano mi ritrovo le metro chiuse. Ho la cartelletta con la tesi, la devo consegnare entro massimo quaranta minuti, mi metto a camminare/correre per arrivare in orario. Gli altri mezzi erano impraticabili, erano ‘stra affollati.
Missione compiuta.
Alla fine la mia relatrice crede che vada tutto bene.
Lunedì ci sarà il verdetto… Che ansia…
Incrociamo le dita! (Se volete, fatelo pure voi)
Poi mi concedo un bel caffè macchiato, della serie sono già agitato da giorni e qui mi do una bella botta! Il caffè non deve mancare.
Dopo vado in centro per farmi un’idea sul vestito…
La giornata continua come al solito, insomma nulla di esaltante…

La mia agitazione continua a persistere, ormai sono abituato, finirà solo alla fine di questo cavolo di percorso, dunque pazienza!
Essere più indulgenti è utile, ma non ce la faccio, questo mio carattere mi crea problemi, gli altri credono che io sia semplicemente fissato su alcune cose, ma non è così. Tutte queste mie preoccupazioni, dubbi ed ansie mi hanno reso così, voglio avere l’autocontrollo su tutto ciò che faccio o mi accade. Vi assicuro che è orribile essere così, non si riesce a vivere serenamente; rendo persino la vita delle persone accanto a me un inferno.
Devo capire che la perfezione non esiste!
Anche dopo la fine di questo percorso sarò così?
Me lo chiedo perché inizio a starmi antipatico.
Ma che posso fare?
Penso al passato e mi accorgo di come io sia stato un cretino, tanto per non scrivere parole più volgari! Mi si presentano occasioni perse, persone respinte, amori e gioie non vissute a causa del mio masochismo.
Forse è giusto che io stia così male, ho sempre allontanato la felicità, ormai mi sono costruito uno scudo che non vuole distruggersi, forse io non voglio che esso si distrugga.
Non vorrei essere così, eppure…
Alcune situazioni hanno la capacità di cambiare i nostri stati d’animo e ci fanno riflettere. Non mi sembra il caso di dire ciò che è successo ieri, magari un’altra volta…

Ieri ho anche voluto sistemare il mio blog, credo che sia un po’ spoglio, ho inserito il blog roll, wow che passo avanti, volevo anche le etichette ma non sono riuscito a metterle!
Manco fossi un vecchietto…
Questa canzone è meravigliosa, io adoro Mina!
Vi saluto e vi auguro una buona serata


lunedì 12 marzo 2012

Lamette

Lo so, sono sparito dalla circolazione!
Ma sono stato ‘stra impegnato questo fine settimana, come accennato nel post precedente, ho dovuto finire la tesi.
Mercoledì ci sarà la consegna.
Finalmente ‘sta bibbia è ultimata… Speriamo che vada tutto bene!

Ho scoperto che alcuni dispiaceri che sto vivendo ultimamente hanno una causa, anzi delle cause.
Quest’ultime le notiamo solo dopo esserci scottati, nonostante gli indizi ci siano sempre.
Alcune di queste mie scoperte mi irritano e mi disgustano, davvero, non vorrei usare verbi così forti, ma io non credo di meritarmi ciò… Sono sempre disponibile verso gli altri, essere trattato in questo modo mi intristisce, mi delude…
Chiedo pardon per questo sfogo, ma sono una persona che ci tiene a queste cose… E’ una questione di principio, mi fa male sapere che alcuni possano provare queste cose verso di me.
Una persona cara mi ha detto: “Sei una persona meravigliosa, troppo buona che deve diventare forse più egoista, ma sappi che tu non hai fatto nulla di sbagliato. Puoi camminare a testa alta, che te frega, non vedi cos’è successo. E’ il tuo momento, goditelo e manda tutti quelli così a cagare”.
Non mi ricordo le parole esatte, va beh il senso è comunque questo.
Mi sa che ha proprio ragione…

Malgrado ultimamente ci siano le mie crisi da smaniato per la tesi, le mie angosce, le mie dichiarazioni avvenute, quelle non avvenute, le persone che mi deludono e purtroppo le persone a me vicine che stanno male sia fisicamente e sia psicologicamente… Io non mi sono ancora arreso, nonostante ci siano stati momenti nella quale volevo arrendermi, ma devo resistere… Promesso!
Il fine settimana iniziato con un’agitazione a manetta si è concluso con una fragile serenità.
In questo momento sono agitato, soddisfatto, confuso e soprattutto carico, ho voglia di cambiare tutto. Ormai il cambiamento è dietro l’angolo, non mi vergogno ad affermare che ho anche una paura incredibile…
Vi auguro una bellissima serata


mercoledì 7 marzo 2012

Involontariamente…

Quando ho intrapreso questa attività ero tributante, credevo di fare una stupidaggine, non so il perché. La mia preoccupazione maggiore era scrivere, io non mi ritengo bravo nello scrivere…
Eppure credo che l'attività si stia rivelando un’ottima consigliera. Ciò avviene grazie ai vostri consigli, dunque è doveroso ringraziarvi per i commenti ricevuti, siete stati molto gentili e mi confortate!
Sappiate che sono ammesse anche critiche, solo se costruttive!
Non vi preoccupate, non vi risponderò male.

Oggi mi sento meglio, sono positivo! Ormai cambio ogni giorno umore, sembro un po' squilibrato, ma forse è lo stress.
Stamattina mi sono recato a Milano per vedere la mia relatrice, sono stato più di un’ora ad aspettare, poi le ho parlato e mi ha tranquillizzato e mi ha detto: “Mi raccomando non si faccia problemi, stia tranquillo e meno fissato”, io ho sorriso dicendole: “Potrei dirle che lo farò, ma so che non è così”…
Oggi niente tesi!
Domani inizia l’ultima fase, settimana prossima le consegnerò l’ultima bozza…
Va beh l’interessante arriva dopo!

Dopo mi sono incontrato con M, una mia amica conosciuta all’università. Sono andato a trovarla in aula durante una lezione, successivamente abbiamo preso un caffè e dopo ci siamo diretti per la sala studi.
Lei è ‘stra fuori! Insieme ridiamo come dei babbei facendo critiche sugli altri ecc., ci capiamo e siamo molto uguali su tante cose. Parliamo di tutto, dall’attualità alla stupidate, trattando anche argomenti importanti; dunque è un’ottima compagnia.
Va beh eravamo in sala studi, lei studiava un libro di geografia, lì era presente un’immagine della Carrie di Sex and the city, telefilm che adoro e abbiamo iniziato a parlare su tale serie tv, poi siamo finiti a parlare di amore e sesso.
Io allora ho iniziato ad ascoltare cosa lei dicesse, in seguito sono intervenuto e mi è scappato un “lui”, riferito a colui che dovrebbe essere il mio tipo (era un esempio). Io me ne sono subito reso conto!
Lei però ha fatto finta di niente, ma non era quella indifferenza odiosa da gente bigotta, anzi abbiamo sempre più parlato di cose intime. Evidentemente M è una persona intelligente che ha compreso tutto, quindi anche la mia situazione, diciamo che è avanti e discreta, nel senso che non ha cercato la conferma. Magari non si è accorta di niente, ma dubito! 
Ma io sono così cretino che mi sono scappato una cosa così! Forse è stato un istinto, oppure mi sto rimbambendo a causa della tesi e delle mie paranoie, non riesco più a essere cosciente quando parlo. Suppongo che sia la seconda ipotesi. Però non mi sono fatto nessuna sega mentale anzi sono felice che tutto sia capitato involontariamente, poi io non avevo neanche intenzione di dichiararmi con lei… Sarà il destino!?
Alla fine parlare di amore con lei è stato facile, non sono mica argomenti con cui si parla con chiunque, almeno per me è così!
Sono contento di come abbia reagito M, quindi chapeau.

Per cui ho riflettuto su me e all’amore, ma seriamente, mi domando se nel mondo ci sarà uno che mi vorrà amare!? Insomma qualcuno che mi possa apprezzare anche nei miei difetti, nei miei complessi e nelle mie paure, ovvero qualcuno che mi sopporti e che mi accetti.
Potrò sembrare patetico ma inizio a sentire la solitudine, ma non nel senso fisico, dato che ci sono altre persone come gli amici… Perché credo sia bello condividere emozioni, situazioni, soddisfazioni e anche problemi di fianco ad una persona che ti desideri, che ti coccoli e che ti sostenga.
Buona serata



lunedì 5 marzo 2012

Emozioni...

Venerdì ho inviato un sms a C, nella quale chiedevo di vederla, in questo modo le avrei detto tutto, ma dato che è influenzata il programma è saltato.
Pazienza, l’occasione giusta sarà settimana prossima.
Spero solo che la prenda bene, almeno avrò una persona in più con la quale mi posso confidare.

Poi questo fine settimana ho avuto dei problemi, ho iniziato ad agitarmi seriamente venerdì sera, credo sia dovuto al fatto ultimamente che tutto mi pesa.
Il coming out risulta essere devastante, poi è difficile trattare con le persone, bisogna capire quale sia l’approccio giusto! Quindi non soltanto uno si sente uno schifo, deve pure pensare a come gli altri possano reagire, magari saranno delusi! Ma dai questa è una cavolata, dovrei essere io la vittima, colui che sta male, almeno una volta…
Il tutto sommato alla tesi si amplifica, mi auguro soltanto che quando la concluderò starò più sereno.

Se dovessi pensare quale persona io sia, vedo una persona sciocca che si fa dei problemi inutili, poiché credo che quelli veri siano altri, eppure non riesco a sentirmi meglio.
Perché uno deve stare così male fingendo che tutto vada bene!
Non ho neanche il diritto di dire che nulla procede come io voglio che proceda.
Provo un dolore, un peso fastidiosissimo, ma è indescrivibile!
Ogni giorno cambio umore, quindi voi leggete queste pagine senza senso, per cui mi sento in colpa per voi, magari potrei risultare di una noia incredibile.
Va beh che ci posso fare non è un bel periodo, ce ne saranno di migliori!
Spero di poter condividere con voi anche delle gioie, anzi ne sono certo, anche se a volte esse sembrano così irraggiungibili.
Mi scuso se il post non ha senso, sono delle idee confuse, ma è ciò che provo da due giorni.
Vi auguro una buona settimana