martedì 11 dicembre 2012

Sfogo

Oggi ero a Milano, in centro, dopo l'ennesima batosta avevo il magone e mi sono scese alcune lacrime. 
Oggi non ero solo, ero in compagnia ed ho capito che chiedere una mano, sfogarsi ad un'amica è normale, è giusto, è fisiologico.
Oggi ho riso, ho maledetto alcune cose e ne ho rimpiante altre.
Oggi ho detto di essere stufo di questa situazione, ma soprattutto ho detto che io sono fiducioso, che io non perderò mai la speranza.

Io sono fortunato, molto fortunato.
E' vero, la mia vita può far schifo, fa schifo persino a me, a volte mi sento un fallito, ma nonostante tutto ho veramente tanto, forse non dovrei lamentarmi. Sono ricco di cose importanti, cose vere, cose che mi fanno sentire al sicuro, anche di fronte allo schifo che c'è in giro.
Sì, io sono ricco e fortunato.

14 commenti:

  1. Sono contento per te se sei arrivato a pensarla così. Sicuramente si tolgono da mezzo molti problemi esistenziali inutili...

    Però, personalmente, non riesco a sentirmi fortunato solo perché c'è chi sta peggio.
    E non riesco a dirmi che "non perderò mai la speranza", perché l'ho persa e l'ho riacquistata così tante volte da perdere il conto.
    Non so, non credo molto alla fiducia eterna. Io credo esistano anche le cadute dalle quali non ti rialzi; che poi uno cerchi sempre di farlo quello è normale... ;)

    Ma sono solo miei pensieri.
    Spero che le cose migliorino... un abbraccio :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Economicamente non sono povero, ma neanche ricco, io non ho nulla, i soldi sono di mio padre...
      Nel post intendevo ricchezza di affetto, alla fine ho tanti amici e, soprattutto, una famiglia che mi è sempre vicina e mi supporta, anche nella ricerca di un lavoro, mica poco!
      Un abbraccio a te :)

      Elimina
  2. Ti auguro di aver presto tante soddisfazioni...
    Kisses

    RispondiElimina
  3. :) non si è mai poveri in tutto... ;) sei fortunato di avere una buona base... combatti per quello che ti manca. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come dicevo ad Arles, io sono fortunato perché ho tante persone che mi supportano, anche nella ricerca di un impiego, perdersi d'animo è facilissimo... Se non avessi loro che farei!? Me lo domando, spesso.

      Elimina
  4. Immagino che il tuo smacco sia stato in campo lavorativo. Purtroppo il pensare che c'è chi sta peggio non sempre aiuta, però almeno aiuta a relativizzare. D'altra parte sei laureato da sei mesi, ma c'è da dire che la situazione molto difficile, e non credo che il 2013 sarà un anno di ripresa. Siamo ancora lontani dall'intravedere la luce in fondo al tunnel. Cerca di portare pazienza, magari facendo un periodo all'estero, che arricchirebbe il tuo curriculum.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' questa situazione del cavolo che mette una tristezza, inoltre il clima natalizio non aiuta.
      Andare all'estero non è facile, non è la soluzione...

      Elimina
  5. A volte le lacrime aiutano a vedere meglio le cose. Sono contento per te, piccolo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non solo le lacrime, ma anche una bella cioccolata fumante ;)
      Grazie Roccia!

      Elimina
  6. Mi dispiace per la batosta ma sono felice per te che hai delle cose importanti e vere, che sono quelle che ci fanno sopportare i colpi della vita ed andare aventi.
    Un abbraccio. ^__^

    RispondiElimina
  7. L'amicizia sincera è la cosa più bella che ci sia (:

    RispondiElimina