martedì 13 novembre 2012

Un aperitivo



Domenica sera mi sono dichiarato alla L.
Volevo confessarle tutto da un bel po', perché usciamo sempre insieme, perché lei mi dice qualsiasi cosa ed io mi sentivo in colpa, mi sentivo limitato da quella situazione.
Noi stavamo andando a fare l'aperitivo, eravamo in auto, nel comasco, lei parlava di un appuntamento avuto con un ragazzo, subito dopo io ho raccontato di D, il ragazzo dell'appuntamento, e del suo comportamento, che a me non è piaciuto.
E' difficile da spiegare, è stato così strano, così semplice, per la prima volta mi sono sentito sincero nei confronti della L, le ho detto quello che penso, quello che provo, come si fa normalmente tra amici. 
Durante la serata c'era un ragazzo, altamente ambiguo, che ci fissava, non si capiva se guardasse me o lei, pare, tra l'altro, che sia del nostro stesso paese, così dice la L. A volte credo che il mio radar non funzioni bene, non so, ma non sempre è facile capire se una persona sia veramente gay.
Questa mattina mi sono incontrato con la G, dopo mesi è ritornata in patria, seppure per pochissimi giorni, anche a lei ho detto tante cose, però tra noi c'è sempre stata quella complicità.
Credo che il mio coming out, per ora, si sia concluso, dato che mi sono dichiarato a tutte le persone a cui tengo.
Baci ;)

10 commenti:

  1. Ed ora forza con il coming-in (ma sempre e solo col preservativo!)
    Battute (pessime) a parte... Immagino il tuo sollievo. Mi avevi detto che ci tenevi tanto a farti conoscere alla L.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hihihi Sì, sono sollevato, grazie In ;)

      Elimina
  2. Bene, no? il tuo coming out è per ora concluso, anche se credo che l'ostacolo maggiore sia stato con i genitori (anche quello superato, tra l'altro).
    Sul gaydar (gay + radar), è molto difficile capire se uno è gay o no, soprattutto se finiamo col proiettare su di lui i nostri desideri. A me è capitato spesso, nel senso di pensare di uno carino: "magari questo è gay", per poi venire a scoprire che era fidanzato/sposato con una. (ma anche qui, sapessi quanti mariti/padri di famiglia si divertono con uomini...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutto finito ^_^
      Sono sollevato, non è solo il mio radar ad essere un po' rintronato! E' vero, alcuni ragazzi sono molto ambigui, o negano...

      Elimina
  3. Mi fa piacere che hai fatto questo passo avanti, con le persone a cui teniamo è sempre bello poter parlare nel modo più rilassato e completo di noi stessi.
    Certo che bisognerebbe fondare un club di quelli che hanno il gaydar difettoso o che non lo sanno usare perchè anche io non ho mai capito guardando uno se è o non è gay.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fondiamo questo club, perché io credo di averne bisogno :(
      Grazie loran!

      Elimina
  4. Capire chi è gay o no è sempre un casino XD ..poi i metro-sexual e gli etero curiosi che ti fissano non rendono le cose facili ehhee

    A parte gli scherzi bene x la L. ^^
    Anche io ultimamente ho fatto C.O. ad un altra coppia di amici e tutto ok. Anzi al lui della coppia che mi diceva "ti ricordi quel ragazzo? etc.." ho potuto rispondere "eccome se me lo ricordo.. aveva due occhi... un bel tipo.." e ci siamo messi a ridere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono rasserenato, credevo che solo il mio radar fosse una patacca! Probabilmente è solo una questione d'abitudine, chissà...
      Grande Narciso e il suo amico! Anche tu fai dei miglioramenti, ciò mi fa piacere ;)

      Elimina