lunedì 29 ottobre 2012

Sì viaggiare

Oggi sono stato a Milano, ho avuto un colloquio molto importante, per uno stage all'estero.
Ho partecipato ad uno bando istituito dalla Regione Lombardia, con mio grande piacere e stupore ho passato la prima fase, che era molto dura e l'incontro di oggi sarebbe la seconda ed ultima fase. In questi giorni mi sono preparato e ho dovuto fare dei test per certificare il livello del mio francese, dato che dovrei andare in Francia.
Non so come sia andato il colloquio, la selezionatrice mi è sembrata un po' superficiale, mi ha domandato le stesse cose del questionario che dovevo consegnarle, mi è sembrata un'incapace, lo so penserete che io giudichi o pensi male, ma vi assicuro che lei era stordita.
Ho paura di non farcela, credo che sia l'ultima occasione decente, ho questo presentimento. Io mi sto impegnando moltissimo per cercare un lavoro, difatti ho trovato questo bando proprio grazie le mie ricerche, mica era pubblicizzato o messo ben in evidenza, ma il problema è che non esiste nessun aiuto, nessuna prospettiva per un futuro dignitoso, il nostro è solo un paese per vecchi, per raccomandati e per venduti, non voglio fare il polemico, questo è lo scenario.
Vorrei che mi prendessero per questo tirocinio, con la speranza che suddetta esperienza possa rendere più “interessante” il mio profilo, perché vorrei ritornare in patria, so e sento che il futuro sia qui, in Italia, non sarei in grado di vivere il resto della mia vita lontano dalla mia famiglia, dai miei amici e dalla mia terra, la Lombardia. E' strano, ho sempre voluto partire, andarmene via, abbandonare i miei problemi, le mie difficoltà, eppure ora sono certo che se partissi avrei dei piccoli ripensamenti, per la prima volta in vita mia non vorrei abbandonare tutto, ma solo partire, per un breve periodo.
Se non dovessi superare il bando avrei sempre le mie ripetizioni, quindi un lavoretto c'è, e poi cercherei e cercherei lavoro, perché non ci si può solo lamentare, come fanno molti giovani, ma bisogna tentare e tentare.



Sì viaggiare
evitando le buche più dure
senza per questo cadere nelle tue paure
gentilmente senza fumo con amore
dolcemente viaggiare
rallentando per poi accelerare
con un ritmo fluente di vita nel cuore
gentilmente senza strappi al motore. 

Incrociamo le dita!
Ivan

36 commenti:

  1. se ti prendono e rimani in Francia a lavorare,come faresti bene a fare(ok siamo nel mondo della fantasia),se vuoi io ti accompagno!!scappiamo da qui!! baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vengo anche iooooooooooooooooo!!!

      Elimina
    2. Vi state già organizzando!? Mica è detto che mi prendano!
      Facciamo così, vi farò sapere io!
      Guardate che ci conto ;)

      Elimina
    3. ah!se poi viene anche Max io...vengo di sicuro!!;)

      Elimina
    4. A beh solo con me no! Questa me la segno!

      Elimina
    5. anche solo con te tesorino(con quel nome poi mi fai ingrifare;)) ma se tu tornassi poi indietro??!! con Max non rimarrei solo!:D

      Elimina
    6. Il mio nome ti fa ingrifare!?
      E sei mi vedessi!?
      Ahahah

      Elimina
    7. :)ne ho un'idea 8==D ed è anche per quello che sono così...gonfio!?ahahah

      Elimina
    8. Diciamo che non sono male ma non sono Alain Delon ;)
      Sei gonfio!? Mi lusinghi.

      Elimina
    9. Tranquillo vi terrò buona compagnia ;P

      Elimina
  2. secondo me uno stage ti farebbe bene e arricchirebbe il tuo curriculum. Nota bene che io sono pigro e odio viaggiare, e ringrazio il mio destino che ho un lavoro che non lo richiede, però per altri il discorso è diverso. Non ti preoccupare. Comunque qualcosa a casa ce l'hai. Soprattutto cerca di non abbatterti per la situazione attuale, perchè altrimenti non ti basterebbe uno stage, ma dovresti emigrare e per sempre. L'Italia non ha e di conseguenza non da' futuro, a meno che uno non lotti con tutta l'anima...

    Per concludere, ora le tue carte le hai giocate e devono scegliere altre persone, se lo stage lo farai o no. Quindi tranquillo, devi aspettare e vedere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho sempre voluto fare un'esperienza all'estero, mi piace viaggiare, difatti sono laureato in Geografia. Inoltre gli stage ball'estero sono richiesti dalle grandi imprese, per la questione della lingua, è l'unico modo per ottenere un lavoro decente in Italia.
      Hai ragione, io ho fatto del mio meglio, devo solo aspettare!
      Grazie ;)

      Elimina
  3. Certo sono tempi di incertezze nel campo lavorativo e per il futuro e l'essere cosi radicati alla famiglia agli amici alla propria terra è una caratteristica di noi italiani che a volte è un ostacolo e a volte no, tutto come al solito dipende da noi e da un pizzico di fortuna.
    Intanto incrocio le dita con te e ti auguro che vada bene. ^__^

    RispondiElimina
  4. Io adoro Battisti.. Però su una cosa aveva torto: le buche più dure non vanno evitate.. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so cosa voglia intendere per buche dure, forse significa evitare le sofferenze, perché poi dice: "senza per questo cadere nelle tue paure...", non so, sono così enigmatiche e profonde le canzoni di Battisti.
      Baci ;)

      Elimina
  5. Tu vai in Francia, io spero di andare in Inghilterra. Fondiamo un club di esiliati all'estero per propria volontà? :)
    Cmq capisco il sentimento di non voler andare via dalle proprie origini nonostante la brutta situazione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, fondiamo questo club, così faremo una bella mangiata con tanto vino e prosecco ;) Ci stai!?

      Elimina
  6. Che naturalmente, quando sarai in terra francese, non mancherai di invitarci per farci assaggiare la tua baguette, vero?

    Dita incrociate. Poi vada come vada. Tanto a te la vita non ti spezza! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio non avevo ancora pensato al cibo, come le quiche, le baguette, i vini, i formaggi... Tentatore ;)
      Infatti se non mi prendessero mica muoio.
      Grazie ;)

      Elimina
    2. inco il solito poeta (porco) dei doppi sensi... 'tacci tua!!! ahahah

      Elimina
    3. Hihihi Avevo fatto il finto tonto, citando il cibo ;)
      Ma a noi ci piace l'In, anche per il suo essere porco!

      Elimina
  7. La scelta più logica e proficua per il proprio futuro sarebbe quella, una volta trovato un lavoro, di restare all'estero. Sarebbe una fortuna non indifferente.
    Purtroppo (o fortunatamente? Boh, dipende dai punti di vista) l'Italia non offre o offre poco rispetto all'estero.

    Però ci sono cose da considerare che vanno fuori dalla logica, quindi beh... ti auguro solo tanta fortuna caro :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'Italia non offre un buon lavoro ma offre tantissime altre cose, è la nostra terra.
      Grazie e anche a te buona fortuna ;)

      Elimina
  8. Viaggiare fa bene... prima o poi me ne vado pure io... devo solo organizzarmi e sono un po' pigro.. :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi verrai a trovare almeno in Francia!?
      Ahahah

      Elimina
  9. UUUH!
    bel nome :)

    In bocca al lupo per l'estero!

    RispondiElimina
  10. "Il nostro è solo un paese per vecchi, per raccomandati e per venduti..."
    Sono d'accordo.
    Io, se potessi abbandonare l'Italia per sempre, lo farei senza esitazione alcuna.
    Per il momento, però, devo accontentarmi di andarmene via ogni tanto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh io non riuscirei ad andarmene per sempre, però l'intenzione di fare un'esperienza all'estero c'è, della durata anche di alcuni anni, ma vedo il mio futuro in patria. Bisognerebbe cambiare e migliorare il nostro paese, si dovrebbe partire dalle piccole cose, che sembreranno insignificanti ma in realtà sono basilari.
      Ciao e benvenuto ;)

      Elimina
    2. Non farti illusioni.
      In Italia non è mai cambiato niente, non cambia mai niente e non cambierà mai niente.
      Si dovrebbe erigere un monumento a Giuseppe Tomasi di Lampedusa, che in una sola frase descrive l'essenza dell'italianità: "Perché tutto rimanga così com'è, bisogna che tutto cambi."

      Elimina
    3. Io credo che qualcosa stia cambiando, forse ci vuole tempo, ma io sono fiducioso!

      Elimina
  11. caro amleto, se ti si presenterà l'occasione, fallo e basta! qui in italia è davvero uno schifo magari avessi agganci nel mio settore sarei felice di andare via e lasciare tutto, anzi per quel che sono io, appena torno a casa comincio ad aver problemi..sarà il karma non lo so...ti auguro di farla questa esperienza anzi mi inviterai a casa tua a Paris? ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Daddy se mi prendessero io accetterei e partirei, mi sono iscritto al bando per questo motivo.
      Tu, invece, potresti cercare per l'estero e non ti far prendere dalla tristezza e non credere al Karma, a tutto c'è un rimedio, ci vuole fiducia, impegno e pazienza, e lo so che non è facile.
      Certo che ti ospiterei, ma non andrò a Parigi, essa non è presente tra le destinazioni. Va bene lo stesso?
      Un abbraccio forte e su col morale ^_^

      Elimina
    2. anche meglio visto che parigi l'ho gia vista...mi piacerebbe la zona dei castelli nel sud della francia....

      Elimina
    3. Hihihi Dovrei andare in altri due luoghi, non nel luogo da indicato ;)

      Elimina