sabato 23 giugno 2012

Solo soletto

Ebbene sì sono a casa solo.
E' la prima volta che mi capita, perché fino ad un anno fa c'era anche mia sorella che ora è spostata!
E' strano, io in una casa così grande, senza neanche la S, che è da mia sorella. 
I miei genitori non danno fastidio, non sono invadenti, quindi ci sono o non ci sono, non cambia nulla. In realtà doveva esserci mio padre, ma è partito per lavoro, tutto è avvenuto all'ultimo minuto.
Approfitterò di questi giorni, mi rilasserò, penserò al mio futuro, come gestire le prossime "imprese" e il prossimo autunno. Credo che quest'ultima sia la stagione del mio coming out, non so il motivo, ma ho sempre pensato alla mia dichiarazione alla famiglia durante l'inverno o l'autunno. 
Questa mattina alle tre e mezza ho accompagnato mia madre al ritrovo per il viaggio. Che gente c'era!? Una signora si è messa a dire ridendo: "E' tutto ieri che mangio prugne, ho un movimento nello stomaco, scusatemi se farò un po' di aria!", mia madre sconvolta: "Ma chi è 'sta pacchiana, 'sta buzzurra!?"... 
Adesso non voglio fare il Piccolo Lord, come dice mia sorella, ma se non conosci nessuno perché riferire queste cose!? C'è da dire che suddetta signora è anche un po' pesante, l'ho capito ascoltandola solo dieci minuti. Il marito l'ha accompagnata ed è scappato subito, povero uomo!
In questi giorni voglio anche invitare degli amici a cena. Io adoro cucinare, scegliere il menù e il vino, preparare la tavola... Ho già in mente cosa preparare, uh che bello.
Mi metto all'opera! 
Allora ragazzi vi auguro un buon fine settimana ^_^


P.S. Se non dovessi più farmi sentire... Forse mi avranno arrestato, perché avrò ucciso o tentato di uccidere la mia vicina di casa... La classica Sciura Maria! Si chiama veramente così. Insomma quella che si fa gli affari suoi, che cerca di non mettere zizzania tra vicini! Questa mattina me le ha fatte girare... Credetemi con me ce ne vuole!

25 commenti:

  1. il coming out? secondo me i tuoi l'hanno già intuito. Vedrai che per loro non sarà un fulmine a ciel sereno! prima che tu mi chieda come faccio a dirlo, ti dico che secondo me l'idea che tu sia da proteggere è perchè ti sentono debole e vulnerabile anche in questo senso ... magari nel loro inconscio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo essere pronto io! E' difficile...
      Un bacio ^_^

      Elimina
    2. A leggere l'altro post ho avuto lo stessa impressione. Però che dolce il padre che ti dice che sei da proteggere.. il mio voleva che fossi superman...

      Elimina
    3. Su mio padre non mi posso lamentare. Ma non è facile, io negli ultimi periodi ho avuto dei problemi, che mi hanno fatto soffrire e che mi hanno cambiato la vita... Non ho mai scritto nulla riguardo questi problemi, è molto difficile, sono ancora ferito. La situazione è molto difficile.
      Buona serata Narciso ^_^

      Elimina
    4. è appena uscito questo libro, che magari ti potrà aiutare nell'impresa. Copio e incollo, semplicemente.

      Titolo del Libro: Mamma, papà: devo dirvi una cosa. Come vivere serenamente l'omosessualità. Scritto da una madre e da suo figlio
      Autori : Giovanni Dall'OrtoPaola Dall'Orto
      Editore: Sonda
      Collana: Guide, Nr. 16
      Data di Pubblicazione: 2012
      Genere: PSICOLOGIA
      Argomenti : OmosessualitàGenitoriFigli
      ISBN-10: 887106657X
      ISBN-13: 9788871066578

      Omosessuali non si nasce. E nemmeno si diventa. Omosessuali si è. Riconoscere e accettare questa identità risulta difficile, in famiglia e in una società a cui bisogna dimostrare che l'omosessualità non è una malattia da cui si può guarire o la scelta dovuta al capriccio di una moda. L'ignoranza e i pregiudizi duri a morire fanno sì che essere omosessuali sia ancora causa di emarginazione, disprezzo e fonte di sofferenza. Paola e Giovanni Dall'Orto, madre e figlio, hanno scritto questo manuale a quattro mani esaminando tutti gli aspetti con cui deve confrontarsi un giovane gay (o lesbica) alle prese con la propria omosessualità: dall'accettazione di sé a quella in famiglia; dal rapporto con amici e conoscenti alla reazione della "società"; dal coming out alla scoperta degli ambienti gay; dalle prime esperienze con l'amore a quelle con la sessualità. Attraverso la propria esperienza personale, con un approccio diretto adatto sia ai giovani che alle loro famiglie, gli autori guidano i lettori nell'affrontare l'omosessualità con serenità e rispetto, fornendo numerosi consigli e riportando le testimonianze di chi ci è passato in prima persona (come Alex Grisafi, giovanissimo cofondatore del gruppo giovanile di omosessuali più numeroso d'Italia). Perché prima si arriva ad accettare la propria identità omosessuale, meglio è.

      Elimina
    5. Grazie mille!
      Sei molto gentile ^_^
      Un bacione

      Elimina
  2. A casa da solo? mi raccomando fai il bravo, altrimenti la Sciura Maria quando tornano i tuoi gli racconta tutto.:)))
    In effetti ho notato anche io una certa propensione di certa gente a raccontarti i loro movimenti di basso ventre, o magari sono io che predispongo a certe confessioni, e devo dirti che anche se non sono un lord lo trovo alquanto strano parlare di certi argomenti specie se ci si conosce da poco tempo, insomma non è la stessa cosa che parlare del tempo.
    Per il coming out pensaci e fallo nel momento in cui ti senti più calmo e rilassato e mi raccomando non fare come alcuni che ci pensano ci pensano e poi lo fanno al pranzo di Natale con tutti i parenti che poi non mangia più nessuno e le varie mamme si incazzano come delle iene per tutto il cibo sprecato.:)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Sciura Maria è antipatica... Non si ma gli affari suoi, però quando accadono le cose a lei, stai zitta...
      C'è un mio amico che le fa di continuo, fa anche gli effetti sonori... L'altro giorno me la fatta quasi in faccia! Cretino! Ma lo conosco da anni.
      Questa dopo neanche dieci minuti si mette a dire queste cose, una signora di sessant'anni... Che vergogna!
      A Natale non dico niente, mangio che è meglio... Avrò detto tutto prima.
      Buon pomeriggio *_*

      Elimina
  3. Ste sciure... che palle. Anche vicino casa ce n'è una e scruta sempre ogni minimo particolare che poi riferisce a mezzo paese. Mi viene quasi voglia di lanciarle dei sassi con una fionda, voglio farle tato male! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La fionda! Bella Romeo ^_^
      Ma 'ste vecchie bacucche non hanno nulla da fare!?
      Ti saluto

      Elimina
    2. Penso proprio di no :)))

      Elimina
  4. Sei solo a casa e non ti diverti come si deve? Non dico di fare festino in stile America ma suuu siamo giovani divertimoseeeee ;D


    P.S quando ero solo io in casa rifacevo dei salotti in stile bunga bunga... forse esageravo ma erano assai divertenti ahahhah xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che salotti bunga bunga... Magari con la Sciura Maria! Non è di mio stile!
      In casa non voglio fare feste, basta una cena... Poi esistono i locali, adesso d'estate ci sono quelli all'aperto.
      Ciao ^_^

      Elimina
    2. Rafa ma queste feste le fai ancora?? Prendo il primo treno per Roma.... XD

      Elimina
    3. Narciso tu sei accasato! Tu non prendi nessun treno...
      Mi vorrai lasciare quell'uomo, perfino pulito, ordinato e che stira!?
      Chi ha i biscotti non ha i denti...
      Ciao e un bacio ^_^

      Elimina
  5. Amleto qui c'è bisogno di un party come quello di Katy Perry "Last Friday Night" XD Buon divertimento!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un party!? Se va beh...
      Ti saluto Zenuccio *_*

      Elimina
  6. Last Bunga Bunga? Invita Silvio è l'anima della festa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'altro giorno mi son perso ad Arcore... Lunga storia e pure triste... Mi sto rendendo conto che sono troppo sfigato.
      Comunque il mio giocattolo non c'è più, l'ho mollato io. Se fosse ancora il mio amico lo avrei invitato, ovviamente a giocare a carte... Hi hi hi
      Un bacio ^_^

      Elimina
  7. Alla cena veniamo anche noi... ci fidiamo della tua cucina ^^
    Porto il gelato ok?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, puoi anche invitare il tuo moroso.
      Cucino bene, ho delle ideucce...
      Il gelato!? Vorrei fare un dolce, se dovesse venire male, compro il gelato, quello della gelateria...
      Ti saluto Narciso ^_^

      Elimina
  8. Sono invitata anch'io? Purché non venga pure Silvio!
    Povero il mio Amletino, adesso ci si è messa pure la Sciura Maria. Anche a me ce ne vuole per farmele girare, eppure i miei vicini di casa ci riescono benissimo.
    Oddio, la signora delle prugne! Te credo che il marito è scappato subito.
    Ti abbraccio forte forte Amlè.
    Fai il bravo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Faccio sempre il bravo!
      Non ho parole sia per la rompiballe della mia vicina e sia per la signora delle prugne...
      Asha vieni, che ti preparo una cena coi fiocchi! No, il Silvio ha declinato il mio invito, quindi...
      Un bacio

      Elimina
  9. Goditi questi giorni. In tutto e per tutto, come vuoi tu! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ormai è finita! Domani arriva il grande capo...
      Ciao ^_^

      Elimina