lunedì 23 aprile 2012

Perché?

Sono nervoso ed arrabbiato!
Nulla va come dovrebbe procedere… Io poi mi faccio delle menate assurde e mi viene lo sclero…
Non ho visto G, nessuna dichiarazione…
E’ da cinque giorni che mi sento una merda! I pensieri negativi non se ne vanno, alla fine l’idea di una vita nuova mi spaventa. Immagino che sia normale, inevitabile, sapevo che non era una passeggiata e dunque non mi devo lamentare.
Venerdì era il compleanno di V (quella buona), sabato sera abbiamo festeggiato il suo compleanno. Ieri pomeriggio ci siamo visti, eravamo soli, finalmente, quindi abbiamo parlato… Sì è stato bello, anche se ho fatto una sclerata!

Camminiamo tra i campi della provincia meneghina…
Io: Lo sai che mi sono dichiarato a C?
V: Oddio la prima sono stata io?
Io: Sì.
V: Ma che figata! Com’è stato? Cosa ha detto e soprattutto cosa hai detto?
Io: Ho detto: “C mi piacciono i ragazzi”…
V: Hi hi hi… Come i bambini!
Io: Ma sei scema? Ma ce la fai? Come ti permetti? Oggi mi sento una merda e mi pigli pure per il culo…
V: Tranquillizzati, sembri mia nonna, una pentola di fagioli, non si può più ridere… Ma perché hai detto quello?
Io: Perché mi da fastidio la parola omosessuale o gay.
V: Scusami ti piacciono i ragazzi, come dici tu, sei diverso dalla maggior parte dei ragazzi.
Io: E allora?
V: Ti vergogni di quello che sei? Se no non diresti questo…
Io: Non mi vergogno, è solo che mi da fastidio il fatto che si debba sempre fare delle distinzioni.
V: Diversità non equivale ad un qualcosa di negativo.
Io: Lo so, è che tutto questo cambiamento mi spaventa, quindi non voglio che si facciano ulteriori barriere… Poi scusami se mi da fastidio quel termine che ci posso fare? Forse mi devo ancora abituare alla nuova situazione.
V: Se lo dici tu, allora! Ma ti stai facendo dei problemi che non esistono!
Io: Come non esistono!? Allora sono un pazzo che si crea problemi… Ma che dici? Ma che ne sai? Sono io quello pazzo, quello che non sta bene, lo squilibrato… Magari siete voi che non mi capite!? Non sono un pazzo, non sono un folle, ho semplicemente paura del mio futuro, perché non so cosa mi accadrà, come reagirà la mia famiglia… E’ così difficile da comprendere!? Io non tollero alcune cose, mi arrabbio, sono consapevole di essere una testa di cazzo, so di meritarmi le critiche e l’odio da molte persone, ma da te no! Devi fingere, devi dirmi che tutto va bene, devi darmi ragione, lo dovresti capire cazzo dopo tutti questi anni… Sai che sono cocciuto, sai che sono buono, sai che sono instabile, sai che non ti direi nulla pur di non farti star male, sai che sono così… Sono io! Tu sei una delle poche persone che mi capisce e mi ama per quello che sono… Ecco mi fai piangere…
V: Non volevo farti piangere, hai ragione, però basta! Ti voglio bene e mi sembra che tu sia agitato, non voglio che tu ti rovini il periodo della laurea. Un’amica dovrebbe anche criticarti, sgridarti… Lo faccio perché ti voglio bene… Non vuoi la sincerità?
Io: Da te non pretendo la sincerità… Perché mi urta, soprattutto in questo periodo…
V: Tu non sei mica a posto! Ma ti voglio bene lo stesso…

Arriviamo davanti casa mia…
V: Ma quand’è che mi presenti il moroso? (Ridendo)
Io: Ma la finisci! Poi non parlare ad alta voce, sai che qui hanno tutti le antenne… Nessuno si fa gli affari suoi!
V: Che palle che sei oggi… Una volta eri simpatico!
Io: Ecco una volta, uffi scusami se non sono di compagnia.
V: Figurati, io ti prendo in giro, non immagino cosa tu stia vivendo…
Io: Grazie
V: Dammi un bacio Scienziato… (Mi chiama così)

Apprezzo la sua buona volontà e la sua sopportazione!
Grazie V ^_^

Oggi metto questa canzone, anche se non si addice al post:


Quindi questa settimana è iniziata male, speriamo che migliori perché io mi sento triste ed amareggiato, mi faccio trascinare dalle emozioni e dai brutti pensieri… Sono un’anima in pena… Poi piango, anche per delle cavolate…
L’unica speranza, che mi consola, è la felicità, così tanto inseguita e così tanto adorata; a volte mi pare irraggiungibile, come se non la meritassi, come se essa si fosse dimenticata di me.
Perché è tutto così difficile?
Perché gli altri hanno vite più facili?
Perché mi devo sentire uno schifo?
Perché mi devo incolpare di tutto?
Perché devo star male, quando vedo alcune persone, invidiando la loro felicità, la loro serenità?
Perché a loro sì e a me no?
Queste domande sono penose, io sono penoso, probabilmente tutto è penoso… Ma è ciò che provo… Vorrei scrivere post felici, ma se lo facessi mentirei… Non voglio mentire, almeno qui, perché sono stufo di sorridere, di fingere, di consolare gli altri…
Vi auguro una buona settimana, nella speranza che sia migliore della mia ^_^
Buon viaggio G

P.S. Perdonate le parolacce, di solito non voglio scriverle. Le ho inserite perché quando mi arrabbio le dico… Ovviamente non ricordo le frasi esatte, dunque nel dialogo ci sono delle piccole variazioni.

24 commenti:

  1. Mi spiace ma secondo me ha ragione V, lei è una vera amica da quello che ho letto...e se fingesse dicendoti che è tutto ok negando la verità sarebbe solo una delle tante persone che conosci. E poi come fai a preferire "mi piacciono gli uomini" a "gay"? :S

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Zeno a volte mi piace sentire ciò che vorrei sentire… Alla fine anche se V mi dicesse la verità non cambierebbe nulla… Potrà sembrare un atteggiamento da bambino! Ma è quello di cui ho bisogno
      Ti saluto

      Elimina
  2. ma non hai pensato che chi sorride e sembra felice magari non lo è davvero? un po' come te che si ritrova a "fingere"... e soprattutto la felicità non si può inseguire, arriva quando arriva, starle dietro non serve :) un saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. So benissimo che tutti hanno dei problemi… Purtroppo…
      Ho scritto che sono domande penose fatte da una persona penosa!
      Buona serata Pier ^_^

      Elimina
  3. Non sei penoso. Confuso da quel che leggo forse si, coraggioso sicuramente, ingenuo forse, spaventato può darsi. Ma che una persona come te che sta cercando di vivere la sua vita e sta cercando la strada per essere felice (e ha appena scoperto che quella strada è un casino pazzesco), possa essere penosa, no, non direi proprio. Hai scelto una strada difficile questo si.
    Tieni duro!

    RispondiElimina
  4. "Devi fingere, devi dirmi che tutto va bene, devi darmi ragione, lo dovresti capire cazzo dopo tutti questi anni… "
    Ho riso tanto!
    No Amleto, non rido di te. Ho riso di come siamo fatti e tu lo hai raccontato bene.
    Glielo dico sempre a L.: "devi fingere, devi dirmi che non ho la pancia, che sono bello. Io lo so che non è vero, ma però mi fara piacere!"
    Penosi in due? Oppure, forse, anche questi paradossi raccontano pur in modo ridicolo i nostri desideri?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^_^ Almeno faccio ridere…
      No, tu non sei penoso!
      A volte illudersi fa bene!

      Elimina
    2. Concordo con entrambi ;)

      Elimina
  5. La tua amica è molto, molto carina. Da questo piccolo spezzone sembra una ragazza davvero fantastica :) ti invidio, hai una buona amica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Hermes
      E’ lei la povera disgraziata ad avere un amico come me!
      Baci

      Elimina
    2. Ma quanto sei stupido! Non ti conosco bene, ma penso che tu sia uno di quelli che si sottovalutano per sport

      Elimina
    3. Sono realista, non mi sottovaluto ^_^

      Elimina
  6. Tu ti fai troppe domande, devi rallentare o la mancanza di risposte ti consumerà; impara a non pensare alle cose che non puoi controllare ma concentrati su quelle che puoi gestire. Non è bello detto così, ma se non vuoi impazzire impara a fregartene di un po' di cose...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Parole sante ^_^
      Ma ti pare che io possa essere così!?
      Ti saluto Will

      Elimina
  7. Calma, tranquillo. Scusa, sono una nuova lettrice e quindi non capisco bene quello che provi, ma a leggere tutto il tuo post sembra che tu abbia il ciclo. Tranquillo, succede anche agli etero, sebbene neghino. Credo che dovresti lasciar andare le cose, prendere tutto come viene, non spararti una cinquantina di domande senza risposta.
    Comunque, se volessi passare dal mio blog saresti il benvenuto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta Cassandre, forse è il caso di dire bienvenue ^_^
      J’adore la langue française!
      Grazie mille
      Ti saluto

      Elimina
  8. Eh Si mio caro, lasciati scorrere le cose...ci sono passato anche io con le mille domande, fingere di essere altro da ciò che sono e sperare che gli altri non mi scoprissero!
    Non so perchè ma dopo aver abbandonato la soglia d'età degli anni col 2... mi son sentito me stesso e più "grande"...
    Più fiducia in te stesso, capito?
    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Chico
      La consapevolezza c’è, la fiducia… Arriverà ne sono certo!
      Buon pomeriggio

      Elimina
  9. complimenti, scrivi molto bene

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta Fabrax ^_^
      Mi sta simpatica…
      I complimenti sono sempre graditi.
      Buona serata

      Elimina
  10. Io ti dico una cosa: arriverai a fregartene di quello che pensa la gente, sei ancora molto giovane per sopportare il peso di un coming out in scioltezza, ma ci arriverai.
    Io ti dico solo che il mio coming out l'ho fatto con pochissime persone, ma se dovessero scoprire al lavoro che sono gay, non me ne fregherebbe niente. E se qulcuno avesse qualcosa da dire, si prende minimo un sonoro vaffanculo!

    Merci pour tes commnetaires chez moi (http://anthroposis.blogspot.com)
    Je viens de t'écrire à ta mail!
    )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No ma anche a me non interessa quello che dice la gente…
      Però preferirei che non ci fossero battutine, offese e brutti pensieri in generale!
      Ciao ^_^

      Elimina