venerdì 27 gennaio 2012

La Memoria

Oggi sono abbastanza mattiniero, sono dalle 8.25 davanti al PC per scrivere e sistemare la tesi, è davvero stancante l’impostazione e l’impaginazione, word fa degli scherzetti in continuazione.
Comunque oggi non voglio parlare di me, ma della Giornata della Memoria anche se sicuramente telegiornali, quotidiani e voi altri blogger lo farete meglio di me.
Che posso dire, lo scopo di questa giornata dovrebbe essere ricordare le atrocità fatte dall’uomo 67 anni fa, ma su questo ho i miei dubbi.
Il termine corretto è Olocausto, mentre invece il termine Shoah è secondo me sbagliato dato che si riferisce soltanto al genocidio degli ebrei. Tutti noi blogger per ovvie ragioni sappiamo che non erano solo gli ebrei presenti nei vari campi, ma qualcuno sfortunatamente non lo sa o fa finta di non esserne a conoscenza. Non voglio fare polemiche, non mi sembra il caso, ma se si volesse parlare di questa giornata e di ciò che rappresenta bisogna non dimenticarsi di pagine della storia.
Sono state uccise, torturate ed umiliate persone senza nessun motivo, non dobbiamo etichettarli come ebrei, testimoni di Geova, zingari, omosessuali, invalidi, nemici del partito ecc., ma semplicemente come persone con una dignità.
Nella speranza che tutto possa essere ricordato e che possa migliorare il futuro.
Un saluto ai sopravvissuti di questa strage, a chi ha riportato danni e traumi fino alla morte, mentre invece un ricordo a coloro che purtroppo non sono sopravvissuti.

Nessun commento:

Posta un commento